I NUOVI POVERI SIAMO NOI.

In Italia un “esercito di poveri”

Preoccupante  la situazione dei giovani: il 37% a rischio esclusione sociale

 

IO URLO IL VOSTRO SILENZIO 

L’Italia è il terzo Paese dell’Unione europea ad aver incrementato il numero di giovani in difficoltà: dal 2010 al 2015 sono passati da poco più di 700mila a quasi un milione. L’allarme è stato lanciato dal Rapporto 2017 su povertà giovanili ed esclusione sociale in Italia “Futuro Anteriore”, realizzato da Caritas italiana e presentato ieri a Roma nella sede dell’Associazione stampa estera in vista della prima Giornata mondiale dei Poveri del 19 novembre.

Giovani ed anche i  minori sono in crisi

Nel dettaglio, nella fascia di età 18-34 anni è povero 1 su 10 e il rischio povertà ed esclusione sociale tocca il 37% dei giovani italiani. “Il futuro di molti giovani in Italia non è serenamente proiettato verso l‘avvenire. Siamo di fronte ad una sorta di futuro incompiuto, venato da difficoltà e arretratezze. Un ‘futuro anteriore’ appunto, in cui si guarda al futuro ma con lo sguardo rivolto al passato”.  non nascondiamo la nostra e vostra  preoccupazione.

Preoccupante  è la situazione dei minori: infatti risulta che 1 milione 292mila siano in povertà assoluta (il 12,5% del totale). Particolarmente drammatica la condizione delle famiglie dove sono presenti tre o più figli minori per le quali l’incidenza della povertà sale al 26,8%, coinvolgendo quasi 138mila famiglie e oltre 814mila individui.  Dati  reali ed estrapolati dal rapporto Caritas  2017 .   ma lo Stato dove si trova ??? 

Più italiani  che stranieri in grave povertà . Come mai ? 

In Italia si registra un incremento dell’incidenza della povertà: in uno stato di grave povertà vivono 4 milioni 742 mila persone. Un dato che se confrontato con quello di dieci anni fa, in termini percentuali, fa registrare un incremento del 165,2 per cento del numero dei poveri. Quattro le categorie più svantaggiate: i giovani (fino ai 34 anni); i disoccupati o i nuclei il cui capofamiglia svolge un lavoro da “operaio e titolari di partita iva ”; le famiglie con figli minori e i nuclei di stranieri e misti.

 “La crisi economica ha creato un esercito di poveri” ed arricchito le multinazionali ! 

I figli stanno peggio dei genitori e i nipoti peggio dei

nonni , è quanto possiamo oggi affermare ! 

“Il dato colpisce per la sua durezza, la crisi economica ci lascia un esercito di poveri superiore per entità alla popolazione di interi paesi dell’Unione europea. Le varie misure e provvedimenti di contrasto messi in campo dall’Unione, ma anche dall’Italia, fanno fatica a arrivare in periferia. Hai voglia a dire che il Pil è aumentato dello zero virgola… finché un giovane non sa dove andare a lavoro, finché non si arriva a percepire una  possibilità reale, con tutto il rispetto, quegli annunci hanno il sapore della beffa. Se non arriva nelle tasche della gente questa possibilità, questa novità, finché uno non riesce a percepirla, non possiamo accontentarci”.

Cosa possiamo fare , noi provati cittadini , visto che lo Stato è silente e

nulla pare fare per  tale gravissima situazione ?

POSSIAMO E MORALMENTE DOBBIAMO  CONVIDERE IN RETE I

TRUCCHI LEGALI PER USCIRE DAI DEBITI.

 

Non dubitare mai che un piccolo gruppo di Cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. 

In verità, è l’unica cosa che è sempre accaduta . 

Avete debiti?

Avete equitalia che vi spinge al suicidio ? Avete difficoltà a pagare mutuo e rate del finanziamento ?

 

ESISTONO SISTEMI LEGALI PR DIRE BASTA 

E TORNARE A RESPIRARE . 

IOAGISCO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM

 

SE NON FATE NULLA VERRETE DIVORATI DALLE BANCHE E DA COLORO CHE USERANNO I LORO DIRITTI PER IMPEDIRVI DI UTILIZZARE I VOSTRI !!! 

evitate l’unico vero errore 

NON FARE NULLA!